Indice del forum

Around Ayas

La Valle d'Ayas: trekking, sport, ambiente e natura

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Vacanze Ayas 2008
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Escursionismo e trekking in Val d'Ayas
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
snooze89







Età: 29
Registrato: 12/07/07 00:41
Messaggi: 198
snooze89 is offline 

Località: Aosta (AO)

Impiego: Studente
Sito web: http://www.otforum.it

MessaggioInviato: Mar Ago 19, 2008 6:44 pm    Oggetto:  Vacanze Ayas 2008
Descrizione:
Rispondi citando

Come anticipato nella tag board sono di ritorno (già da venerdì) dalle Vacanze in Val d'Ayas!

Le foto e, se vi interessa un lungo resoconto!

!826418E62499C61A!320/
(Bieteron, Frudière, Miniera d'oro, Corno Bussola, Quota 2828, Roisettaz, Croce)

!826418E62499C61A!387/
(Gran Sometta, Pointe Sud, Falconetta)

Prima di terminare la vacanza a Magneaz (15 Agosto) faccio un po' il punto della situazione su quanto è successo fino ad adesso.

Per quanto riguarda la scuola inizierò a fare un po' di matematica, chimica e fisica dalla settimana prossima, pensavo due orette al giorno. Nel concorso del collegio ho totalizzato 86/100 e quindi mi hanno preso...
Poi devo anche continuare ad allenarmi per i 4559 metri della Punta Gnifetti che tenterò i primi di Settembre: penso che andrò a correre una/due ore al giorno... Se qualcuno si vuole aggregare io sarei ben contento di correre in compagnia.

Arriviamo invece alla vacanza. Dunque ho conosciuto addirittura tre Marco: due di Biella e uno di Zurigo con i quali ho fatto il Bieteron, la Roisettaz (3334 metri con una cengetta abbastanza esposta e piuttosto emozionante) e la discesa del Corno Bussola...

Monte Bieteron

Una cima erbosa che si raggiunge da Estoul salendo su pendii abbastanza ripidi (li potete vedere nelle foto). Una volt arrivati all'antecima (posta circa 200 metri sotto la vetta) si prosegue lungo una cresta aerea, ma formata da rocce stabili per circa 60 metri. Finita questa cresta si prosegue di nuovo lungo la dorsale (più ripida) erbosa fino a raggiungere la cima. Una passeggiata breve (2 ore), ma intensa.

Laghi di Frudière

Tranquillo giro di 3 ore ai piacevoli laghi di Frudière. Peccato per la quantità inverosimile di mosche e un caldo allucinante... Laghetti molto romantici!

Miniere d'oro della Evançon Gold Mining Company

40 minuti di passeggiata prevalentemente in piano alla riscoperta delle miniere d'oro che, nei primi anni del '900 vedevano impegnati 500 operai. Ancora visibili alcuni vecchi macchinari estrattivi. Giretto adatto anche ai più pigri!

Quota 2828 (oppure Vetta....)

Una vetta che voglio dedicare ad una persona.... Non posso dire chi per scaramanzia... Ci manca che le dedico la vetta e poi nisba... Comunque vallette molto belle e adatte... io so di che cosa sto parlando

Monte Roisettaz e Monte Croce

3334 metri: una pietraia infame di 5 km e in salita per arrivare ad un colletto con la Valtournanche. Ultimi metri di dislivello col cuore in gola: cengia esposta sul ghiacciaio (per intendersi, se fosse scappato un piede mi sarei ritrovato a scelta in un crepaccio o direttamente a valle) e poi cresta sommitale altrettanto esposta. A sinistra sempre il solito simpatico ghiacciaio, dall'altra il vuoto... poi se uno si sforzava di guardare cosa c'era a destra si rendeva conto che c'era un salto di 500 metri... Insomma, altrettanto simpatico del ghiacciaio.

Gran Cima

Un altro 3000 e bellissimo panorama sulla Ovest della Testa Grigia... Salita faticosa su pietraia fino ad un colle a quota 2900 poi salita tranquilla. Unico passaggio delicato un piccolo intaglio che, come dice Marco, richiede "sicurezza di piede".

Corno Bussola

In vetta con altre 15 (!!!!!!!!!!) persone. Andata su cresta attrezzata (alcuni passaggi di arrampicata di I e II) e leggermente esposta, ritorno per la via normale

Ritornato in montagna ho avuto il tempo di fare altre tre gite splendide per un totale di circa 50 km percorsi e più di 4500 metri di dislivello in tre giorni. Il primo giorno ho preso la mia cara bicicletta e ho fatto un giro molto bello (peccato che non avessi con me la macchina fotografica):
Magnéaz - Champoluc - Brusson - Estoul - Rifugio Arp - Colle Palasinaz - Mascognaz - Champoluc - Magnéaz
Fino a Estoul era tutto su strada asfaltata, da Estoul al Rifugio era su strada poderale (in alcuni casi ho anche dovuto spingere la bicicletta perché era ripido e con la ghiaia, quindi la ruota posteriore slittava che era una meraviglia). Arrivato (morto) al Rifugio, dopo un rigenerante Mars e una rinfrescante Fanta, sono ripartito per il Colle Palasinaz, questa volta con la bici sulle spalle perché c'era il sentiero. Una volta giunto al Colle uno sguardo al panorama mozzafiato del vallone di Mascognaz e, andando un po' oltre verso sinistra, una visione del Cervino... O meglo delle Nuvole che c'erano sul Cervino. Non ho detto infatti che il tempo non era dei migliori, anzi, non appena lasciato il rifugio è venuto giù un temporalone.
Riprendendo il racconto del giro, dal Colle di Palasinaz inizia una discesa micidiale e, con bici e pioggia, si è rivelata anche pericolosa per via della ripidità del sentiero. In circa 45 minuti sono arrivato in fondo al Colle e da lì in poi i "pericoli" erano finiti visto che, dopo un breve altopiano e un'altra discesa (meno ripida della precedente) si arrivava su un'altra poderale che in discesa (tranne un pezzo di 200 metri) ti riportava prima a Mascognaz e poi a Champoluc. L'ultimo pezzo non è stato particolarmente entusiasmante anche perché i freni erano bagnati e quindi non erano particolarmente reattivi... Arrivato a Champoluc completamente bagnato (pioveva ormai da qualche ora), mi sono concesso una pausa gelato e per finire gli ultimi 2 km di salita su asfalto che mi riconducevano a Magnéaz.

Il giorno dopo lascio la bici e con mio papà, mia sorella (Marta, l'astronoma), Marco, Davide, Marco di Zurigo, Sergio suo figlio e Mietta sua moglie, siamo andati alla Gran Sometta, una delle tre cime bianche che collegano la Valle d'Ayas a Valtournanche. Da lassù, in caso di bel tempo, si sarebbe dovuto vedere il Cervino e sinceramente lo speravo visto che ero reduce da due tentativi (e altrettante fatiche, prima M. Roisettaz poi giro in bici) falliti nel tentativo di vederlo.
La giornata inizia alle 6:40, alle 7:30 eravamo già pronti a partire e con un buon ritmo, io, mio papà, Marco e Davide abbiamo iniziato a salire per vallette splendide e, avessi avuto una fidanzata, mooooooolto romantiche (vedrete nelle foto). Se nella prima parte del percorso, il sentiero procedeva piuttosto dolcemente, nella parte terminale ci aspettavano due rampe non altrettant amene! Ma, sicché eravamo allenati, non le abbiamo sofferte più di tanto.
Raggiunti dagli svizzeri (Marco, Sergio e Mietta) abbiamo raggiunto il Colle Nord delle Cime Bianche, completamente rovinato da impianti di risalita. Da qui, per un ripido, ma mai difficile, sentiero, siamo saliti fino in cima alla Gran Sometta (3166m) e finalmente il Cervino, imbiancato dalla nevicata della notte precedente, si presentava in tutto il suo splendore ed imponenza. Scattate le foto di rito, siamo ridiscesi velocemente verso un posto più riparato (faceva molto freddo e tirava un vento micidiale. Come sapete nel caso di temperature rigide e di vento forte, la temperatura percepita dal nostro corpo, Wind Chill, è ancora più bassa). Durante la pausa pranzo al Lac de Rollin (o Lago Perso: Perso in patois significa azzurro), Marco decide di conquistare un'altra vetta, più a Sud rispetto alla precedente. Indovinate come è stata chiamata? Con enorme fantasia: Pointe Sud! Una volta raggiunta la cima, io e Davide gli siamo venuti incontro salendo rapidamente per una pietraia non difficile (io amo le pietraie) anche se bisognava stare molto attenti a non muovere sassi per non colpire la testa di chi seguiva. Davide decide di tentare la vetta, io ripiego al lago con Marco. E' vero che mancavano solo 10 minuti alla cima, ma onestamente non me la sentivo di tentarla.
Il ritorno è stato fatto con il sentiero 5A, che seguiva il torrente Cortod (anche qui vallette amene e romantiche! xD anche se in alcuni casi rovinate dalla forza dell'acqua della recente lieve alluvione. Alcuni tratti di sentiero erano franati).
Il bilancio finale è stato:
Salita: 5 ore
Discesa: 3,30 ore
Km percorsi: 21
Dislivello: circa 1466 m.

Il giorno successivo io, Marco e mio papà decidiamo di andare alla Falconetta dove ogni anno, al 14 di Agosto, si celebra una messa in ricordo dei caduti in montagna. Un'idea, vista da un punto di vista laico come il mio, apprezzabile: mi sembra giusto tributare un ricordo a chi ha perso la vita in montagna. Inoltre questa messa è stata anche una splendida occasione, per chi era credente, di raggiungere un 3000 e assai panoramico.
Noi, per evitare il "traffico" che c'era sul lato Sud della Montagna (via normale) abbiamo tentato la cresta Nord: meno frequentata, in alcuni tratti esposta, in altri in cui dovevi camminare a gattoni, ma assai bella e mai pericolosa, anche se il vuoto sotto di te in alcuni punti lo vedevi proprio nettamente!!!
Dal Colle di Nana in circa 35 minuti siamo arrivati in vetta. Marco ha ascoltato la messa e fatto le foto, io mi sono messo qualche metro sotto la cima (dove nel frattempo erano arrivate più di 250 persone) a prendere quel poco di sole che arrivava.
La discesa è stata invece fatta seguendo la via normale, anche perché la cresta Nord, a mio giudizio, risulta notevolmente più pericolosa se viene scesa.
Durante la salita abbiamo visto per altro un branco di stambecchi con due piccoli, la mamma e il papà!

E ho finito di annoiarvi con il mio racconto.

_________________
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Adv



MessaggioInviato: Mar Ago 19, 2008 6:44 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Kamminator4K







Età: 42
Registrato: 02/11/06 12:16
Messaggi: 1151
Kamminator4K is offline 

Località: dove non vi sono monti... purtroppo :(
Interessi: Informatica&Montagna
Impiego: Informatico


MessaggioInviato: Gio Ago 21, 2008 2:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Complimenti Snoze Very Happy .. hai fatto un sacco di cose interessanti! Wink

Accidenti.. il giro in Bici Champoluc-Brusson-Rif.Arp-Colle palasinaz deve esser stato un vero massacro Embarassed ... Wink

_________________
Se lanci una lamiera nell'aria questa ricadrà per terra, eppure le ali degli aerei sono fatte di metallo. Allo stesso modo, non sono i materiali a fare gli alpinisti ma le conoscenze che si applicano ai materiali stessi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
snooze89







Età: 29
Registrato: 12/07/07 00:41
Messaggi: 198
snooze89 is offline 

Località: Aosta (AO)

Impiego: Studente
Sito web: http://www.otforum.it

MessaggioInviato: Gio Ago 21, 2008 6:49 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Abbastanza massacrante, ma bene o male la temperatura ha aiutato a renderlo meno massacrante del solito... E poi vuoi mettere la soddisfazione di farsi tutto il vallone di Mascognaz in discesa sotto l'acqua?! Very Happy
_________________
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Fede Biella







Età: 36
Registrato: 09/12/07 20:42
Messaggi: 92
Fede Biella is offline 

Località: Biella-Arnad-Ayas
Interessi: MONTAGNA!!!
Impiego: Fisioterapista


MessaggioInviato: Ven Ago 22, 2008 3:15 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Bavo Snooze.. mi spiace di non aver avuto l'occasione di fare qualche giretto insieme.. Bei giretti ti sei fatto.. a me del tuo elenco manca la Gran Cima e la mitica Roisetta. La Gran Cima dicono essere una montagna sottovalutata per bellezza e panorama, se riesco a ritagliarmi un pezzetto di tempo in questo settembre vado a farle una visitina.. Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
snooze89







Età: 29
Registrato: 12/07/07 00:41
Messaggi: 198
snooze89 is offline 

Località: Aosta (AO)

Impiego: Studente
Sito web: http://www.otforum.it

MessaggioInviato: Ven Ago 22, 2008 10:50 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La Gran Cima è splendida: non difficile anche se il tratto per salire dal Lago al Colle tra Gran Cima e Mt. Perrin è, immagino tu lo abbia già percorso, lungo e abbastanza faticoso...
Il panorama da lì purtroppo non ce lo siamo potuti gustare perché il tempo si stava guastando, però la vista sulla Testa Grigia è incredibile, così come (immagino) su uno scorcio della Valle di Gressoney e sul Vitello...
Questa montagna, come dici, è molto sottovalutata, come per altro il Mt. Perrin... Poi da lì, essendo poco frequentata, se sei fortunato riesci a vedere tantissimi stambecchi...

Per la Roisetta, come ho scritto, è un po' noioso l'avvicinamento, nel senso che la pietraia è infinita: non avendo GPS non so quanto fosse lunga, ma se dico 5km non penso di esagerare... arrivato al colle con vista sul ghiacciaio omonimo, si sale moderatamente fino in cima: la cresta, per uno come me che ha paura del vuoto, non è il massimo della vita, perché sia a dx che a sx hai il vuoto! Hehe

Comunque sono molto soddisfatto per i giri di quest'anno... Il prossimo, se riuscirò, farò le "big" che mi mancano: Rothorn (con il Piccolo), Mt. Rosso e Piccolo e Grand Tournalin... Dopodiché dovrei aver finito tutte le montagne imponenti della Valle...
Ma per essere veramente soddisfatto dovrei portare a termine la traversata Bivacco Città di Mariano - Lago Blu... Dal colle in poi so come si passa (ed è fattibile)... Il problema è arrivare al colle... Rolling Eyes

_________________
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
HighWalker

Site Admin


Escursionisti


Età: 43
Registrato: 01/11/06 21:11
Messaggi: 2047
HighWalker is offline 

Località: Vercelli - Champoluc
Interessi: Trekking, alpinismo, elettronica, computer, musica, modellismo, fotografia, video
Impiego: Commerciante
Sito web: http://www.ayastrekkin...

MessaggioInviato: Lun Ago 25, 2008 5:26 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Concordo sulla Gran Cima nonchè sul m. Perrin, due montagne splendide, praticamente dimenticate ed escursionisticamente snobbate (il che da un certo punto di vista è pure meglio). Contavo di tornarci quest'estate ma poi tra mille altre cose non ce l'ho fatta (così come non sono tornato su Torchè, Roisetta (la pietraia è veramente lunga, e DA66 aggiungerebbe anche che è molto instabile! Smile), Mortens e altre cime minori.
Il Rosso, i due Tournalin e i due Rothorn sono molto belli anche loro, c'è un po' da mettere giù le mani ma fattibilissimi. Basta avere qualche giorno da dedicare loro...

HW

_________________
"Strade? Dove andiamo noi non c'è bisogno di strade!"
(e nemmeno di funivie)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
snooze89







Età: 29
Registrato: 12/07/07 00:41
Messaggi: 198
snooze89 is offline 

Località: Aosta (AO)

Impiego: Studente
Sito web: http://www.otforum.it

MessaggioInviato: Lun Ago 25, 2008 10:42 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

HighWalker ha scritto:
(il che da un certo punto di vista è pure meglio).


Sono d'accordo! Cool

_________________
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
DA66







Età: 53
Registrato: 10/09/07 11:38
Messaggi: 988
DA66 is offline 






MessaggioInviato: Gio Ago 28, 2008 11:52 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Le mie salite estive sono state:
Punta Piure, Bivacco Mariano e lago di Tzere, Monte Rosso, periplo del Palon di Resy, Monte Cavallo, Colle Rothorn e punta senza nome a fianco del colle, Gran Sommetta e Pointe Sud, oltre ad un paio di uscite d'arrampicata ad Arnad e all'Arp.
Purtroppo mi è mancato l'acuto su un bel 4000, ma tutto sommato è stata un'estate positiva arricchita anche da una scoperta culturale di cui a tempo debito parleremo.
Bellissima e gradita la compagnia: Lauretta, Giò, HW, Massi, FcA, Fede Biella, Snooze e padre, Ms e Valeria, Marco, Mietta e Sergio, oltre ad aver conosciuto la signora Lagoblù, nonché madre di HW e Codaz e gentile consorte.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
HighWalker

Site Admin


Escursionisti


Età: 43
Registrato: 01/11/06 21:11
Messaggi: 2047
HighWalker is offline 

Località: Vercelli - Champoluc
Interessi: Trekking, alpinismo, elettronica, computer, musica, modellismo, fotografia, video
Impiego: Commerciante
Sito web: http://www.ayastrekkin...

MessaggioInviato: Gio Ago 28, 2008 9:19 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Beh io a tutte quelle di DA66 (che in parte abbiamo fatto insieme) potrei aggiungere la Testa di Comagna, Salomon, la traversata COMPLETA Rena - Taille - Taf, i due Tournalin, il Tantanè via Pillonet, il Testa Grigia e la traversata del Castore da W a E, nonchè 3 uscite di arrampicata e la ferrata di Valtournenche.
Non posso dire di potermi lamentare di queste vacanze!

_________________
"Strade? Dove andiamo noi non c'è bisogno di strade!"
(e nemmeno di funivie)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
snooze89







Età: 29
Registrato: 12/07/07 00:41
Messaggi: 198
snooze89 is offline 

Località: Aosta (AO)

Impiego: Studente
Sito web: http://www.otforum.it

MessaggioInviato: Gio Ago 28, 2008 11:56 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Avete fatto dei bei giri anche voi! Mica male davvero!
Purtroppo però neanche quest'estate sono riuscito a completare la lista dei desideri... Sad
Ma magari, prima che inizi l'inverno, vorrei fare un salto alla Punta Valfredda che non l'ho mai fatta e deve essere proprio una bella escursione! Smile

Poi d'inverno pensavo di fare il Corno Vitello dal Perrin, ma c'è ancora tempo per pensare

_________________
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Kamminator4K







Età: 42
Registrato: 02/11/06 12:16
Messaggi: 1151
Kamminator4K is offline 

Località: dove non vi sono monti... purtroppo :(
Interessi: Informatica&Montagna
Impiego: Informatico


MessaggioInviato: Ven Ago 29, 2008 10:46 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

D'accordo
Mi inchino mio Maestro! BHe.. accidenti ... vi siete impegnati tutti quanti .. . Mi inchino mio Maestro!


Non male...D'accordo ... in fondo aspettavamo tutti quanti l'estate, per buttarci finalmente sui progetti pensati a lungo durante tutto l'inverno Wink
(immagino la scena: noi,seduti sulla sedia a dondolo naturalmente appoggiata sul tappeto di pelle d'orso davanti al caminetto, a pensar così intensamente al punto che il tappeto prese fuoco senza neanche accorgercene.. Hehe Laughing ...e poi presero fuoco anche i nostri peli del .. EHM..non lo dico Mr. Green )



Vabbè... non fateci caso ... quando sono sul lavoro i neuroni della mia parte 'creativa' decidono ogni tanto di svagarsi in maniera un po' ... 'anarchica' Laughing Very Happy Surprised Smile Confused Sad Crying or Very sad Embarassed Marò!!

Citazione:

Poi d'inverno pensavo di fare il Corno Vitello dal Perrin, ma c'è ancora tempo per pensare


Bhe.. se per "d'inverno" intendi con la neve non vorrei dire una 'tavanata' ma diventa già una gita di tutto rispetto...
(o forse mi sono confuso con altre cime ? Embarassed )

_________________
Se lanci una lamiera nell'aria questa ricadrà per terra, eppure le ali degli aerei sono fatte di metallo. Allo stesso modo, non sono i materiali a fare gli alpinisti ma le conoscenze che si applicano ai materiali stessi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
HighWalker

Site Admin


Escursionisti


Età: 43
Registrato: 01/11/06 21:11
Messaggi: 2047
HighWalker is offline 

Località: Vercelli - Champoluc
Interessi: Trekking, alpinismo, elettronica, computer, musica, modellismo, fotografia, video
Impiego: Commerciante
Sito web: http://www.ayastrekkin...

MessaggioInviato: Ven Ago 29, 2008 12:48 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

snooze89 ha scritto:
Avete fatto dei bei giri anche voi! Mica male davvero!
Purtroppo però neanche quest'estate sono riuscito a completare la lista dei desideri... Sad
Ma magari, prima che inizi l'inverno, vorrei fare un salto alla Punta Valfredda che non l'ho mai fatta e deve essere proprio una bella escursione! Smile

Poi d'inverno pensavo di fare il Corno Vitello dal Perrin, ma c'è ancora tempo per pensare


Beh il Vitello d'inverno dal Perrin è un problemino, nel senso che c'è una lunga e grossa pietraia da risalire, quindi con poca neve può essere anche pericoloso. Se poi ce ne sono due metri ben assestati il discorso cambia, ma rimangono comunque le "ripide" questioni di raggiungere il lago e poi di risalire il pendio ovest del Vitello (occhio soprattutto alle valanghe). Se per "d'inverno" intendi "fuori dalle vacanze" come lo intendo io allora no problem, scarponi come si deve e si sale. A quel punto tanto vale inanellare anche Gran Cima e M. Perrin.
La Valfredda è bellina, ci sono stato due o tre volte (una anche con un pelino di neve), è abbastanza facile da raggiungere ed è una cima che non può mancare nella collezione.
Per il resto bisogna farci il callo... la lista dei desideri è sempre troppo lunga per esaurirsi durante l'estate!

HW

_________________
"Strade? Dove andiamo noi non c'è bisogno di strade!"
(e nemmeno di funivie)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
snooze89







Età: 29
Registrato: 12/07/07 00:41
Messaggi: 198
snooze89 is offline 

Località: Aosta (AO)

Impiego: Studente
Sito web: http://www.otforum.it

MessaggioInviato: Ven Ago 29, 2008 2:01 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Io intendevo il Vitello con un po' di neve! Wink Secondo me l'avvicinamento al Perrin è la parte più delicata per quanto riguarda il rischio valanghe, come per altro dici tu, HW... Ma in caso di neve ben assestata non penso ci dovrebbero essere problemi... Non vorrei dire una cavolata, ma forse come pericolosità siamo vicini al vallone di Nana, con l'eccezione che per il Perrin si sale di più!
Il tutto verrebbe fatto con racchette da neve... Quindi una fatica immane... Queste sono comunque soltanto delle mie idee, naturalmente dovrei studiarci su e valutare attentamente il percorso...

Il Vitello con neve lo avevo fatto il 10 Agosto 2007 dal Rif. Arp... Non è stato niente di impossibile, anche se l'avrò fatto ai due all'ora per mettere i piedi in posti sicuri...

Però forse sto andando fuori argomento... Razz

_________________
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
HighWalker

Site Admin


Escursionisti


Età: 43
Registrato: 01/11/06 21:11
Messaggi: 2047
HighWalker is offline 

Località: Vercelli - Champoluc
Interessi: Trekking, alpinismo, elettronica, computer, musica, modellismo, fotografia, video
Impiego: Commerciante
Sito web: http://www.ayastrekkin...

MessaggioInviato: Ven Ago 29, 2008 2:42 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Beh la pericolosità per rischio valanghe della salita al Perrin è più o meno quella di mille altri pendii senza vegetazione ad alto fusto. Considererei anche che il lago può essere raggiunto dai due versanti, quindi da sud via Mascognaz e da nord via Cuneaz. Col freddo quest'ultimo itinerario potrebbe in certi casi essere meno rischioso.
Anche l'ultimo strappo prima della cima del Vitello comprende un bel pendio ripido, da non sottovalutare con la neve (è colpito più direttamente dal sole nel pomeriggio).
Anch'io sono passato il 10 agosto 2007 dall'Arp con neve, però con destinazione Punta Valfredda!

HW

_________________
"Strade? Dove andiamo noi non c'è bisogno di strade!"
(e nemmeno di funivie)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Pablo







Età: 44
Registrato: 08/10/07 16:48
Messaggi: 66
Pablo is offline 

Località: purtroppo Milano
Interessi: montagna. No mare
Impiego: consulente legale-amministrativo


MessaggioInviato: Mar Set 02, 2008 3:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Buongiorno a tutti....rieccoci in questa cavolo di città seduti alla "cara" scrivania dell'ufficio Red face

Questa estate, per tutta una serie di motivi, nessun progetto è stato realizzato e le gite per monti non sono state tantissime. Comunque:
1) Sarezza dal Colle Sarezza. Per fortuna che le diverse guide cartacee descrivevano questa salita come facile con al massimo passaggi di I- II inf facilmente aggirabili....col cavolo! I passaggi saranno anche facili, ma si sono dimenticati di dire "altamente esposti". se poi volevi aggirarli ti tocca passare su quella simpatica erbetta pungente ed assai scivolosa: ti parte un piede arrivi a valle!
2) Rothorn. bella gita fatta quest'anno per la prima volta. Panorama stupendo e poca gente. Fatto anche un saltino al Piccolo Rothorn.
3) Testa Grigia. Un classico da fare ogni anno.
4) Corno Bussola. Bella gita (una delle mie preferite) fatta da Champoluc passando per la cresta dal Passo Palasina.

L'ultima settimana, con un mio amico, ci siamo dati a gite più soft (nonché gastronomiche Very Happy )
5) pomeridiana al Lago delle Streghe (il nome non me lo ricordo mai). E? quello posto sopra al Canale alto (qurllo con le gallerie) alla fine della cresta del Faccibella. Panorama stupendo.
6) Champoluc- Mascognaz-Crest-Belvedere-Gmabe sotto il tavolo con gnocchi e polenta+salsiccia!
7) pomeridiana Champoluc-Saint Jacques-Resy-Menabrea da 66cl.
Cool Lambronecca. Altro classico molto bello. Partiti per la discesa verso le 17 ci siamo fatti da Mezzalama al Pina di Verra Sup. lettralmente in mezzo agli stambecchi. Uno spettacolo (anche perché non si levavano dal sentiero ed abbaimo fatto un po' di numeri per aggirarli!).

ciao ciao
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
HighWalker

Site Admin


Escursionisti


Età: 43
Registrato: 01/11/06 21:11
Messaggi: 2047
HighWalker is offline 

Località: Vercelli - Champoluc
Interessi: Trekking, alpinismo, elettronica, computer, musica, modellismo, fotografia, video
Impiego: Commerciante
Sito web: http://www.ayastrekkin...

MessaggioInviato: Mar Set 02, 2008 8:42 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Pablo ha scritto:
5) pomeridiana al Lago delle Streghe (il nome non me lo ricordo mai). E? quello posto sopra al Canale alto (qurllo con le gallerie) alla fine della cresta del Faccibella. Panorama stupendo.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Se è questo, è il lago Lechien, raggiungibile da Mandriou col recentemente ritracciato sentiero 3F, che poi scende nel Vallone di Nana. Ha un panorama davvero splendido a dispetto della facilità con cui lo si raggiunge, ma non ha la fama di "lago delle streghe", che spetta di diritto ai laghi Croce e al Bringuez per la facilità con cui su di loro si formano temporali anche parecchio intensi!
L'incontro con gli stambecchi è sempre un piacere, prova anche tra il Colle di Nana e il Petit Tournalin! Io, Lauretta e Giovanni ne abbiamo trovati a bizzeffe, a distanza di pochi metri, praticamente indifferenti alla nostra presenza e addirittura con un paio di piccoli.
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


HW

_________________
"Strade? Dove andiamo noi non c'è bisogno di strade!"
(e nemmeno di funivie)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Pablo







Età: 44
Registrato: 08/10/07 16:48
Messaggi: 66
Pablo is offline 

Località: purtroppo Milano
Interessi: montagna. No mare
Impiego: consulente legale-amministrativo


MessaggioInviato: Mer Set 03, 2008 2:46 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sì, il lago è quello nella foto.
Il panorama, però, lo abbiamo più che altro immaginato in quanto ci stavano un poco di nuvole.....
Quest'anno in tutte le gite ho sempre avuto fortunati incontri con stambecchi ( e marmotte). Era pieno anche dopo il colle della Testa Grigia sul versante di Gressoneu mentre andavamo al Rothorn.
ciao ciao
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
HighWalker

Site Admin


Escursionisti


Età: 43
Registrato: 01/11/06 21:11
Messaggi: 2047
HighWalker is offline 

Località: Vercelli - Champoluc
Interessi: Trekking, alpinismo, elettronica, computer, musica, modellismo, fotografia, video
Impiego: Commerciante
Sito web: http://www.ayastrekkin...

MessaggioInviato: Mer Set 03, 2008 3:16 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Beh se ti capita di tornare al Lechien scegli una giornata bella serena perchè il panorama è bellissimo anche se la quota è bassa!
Io quest'anno ho visto tantissimi stambecchi e addirittura un piccolo di camoscio (incontro piuttosto raro a quella distanza), però sorprendentemente poche marmotte, incontrate poi tutte insieme (tipo 7 contemporaneamente...) scendendo dal Testa Grigia nelle ultime ore dell'ultimo giorno di vacanza!
Ah sì... e un colubro liscio... va beh lo so non è un gran chè ma mi mancava! Smile

HW

_________________
"Strade? Dove andiamo noi non c'è bisogno di strade!"
(e nemmeno di funivie)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Escursionismo e trekking in Val d'Ayas Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





Around Ayas topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008