Indice del forum

Around Ayas

La Valle d'Ayas: trekking, sport, ambiente e natura

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Val d'Aveto - M.te Penna - Via "Roberto"
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Montagna in generale o fuori da Ayas? Qui!
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Fed7








Registrato: 06/03/09 10:41
Messaggi: 206
Fed7 is offline 

Località: Quargnento (AL)
Interessi: Alpinismo, Linux
Impiego: SysAdmin, Consulente IT
Sito web: http://fed7.altervista...

MessaggioInviato: Lun Feb 08, 2010 4:37 pm    Oggetto:  Val d'Aveto - M.te Penna - Via "Roberto"
Descrizione:
Rispondi citando

Penna 2010 - seconda puntata!
Sabato: per tutto il giorno penso e ripenso. Cosa fare? Le recenti ed abbondanti nevicate mi lasciano perplesso. Anche i bollettini di venerdì sera non mi convincono del tutto.
Scarto le Grigne dopo aver letto qualche post e soprattutto dopo aver letto della tragedia al gestore del Buzzoni Sad

Vallé OUT. Valli Lanzo? Ci sarebbe una goulotte .... mah? Ecco che escono dei bollettini straordinari. Ma no? Ok, ok. Con dei valori di pericolo così alti si possono fare solo due cose:
1) starsene a casa e andar in MTB per le colline del monferrato
2) andare in posti "sicuri"

Dico "sicuri" perchè come disse un grande "le valanghene non vengono solo in pianura". Cmq meno pericolosi di altri.

Sento Zazza. Mio amico e compagni di mitiche salite (Couloir della Forcella,
, ecc...). Si decide per l'Aveto.
Lui li non ha mai fatto nulla ... quindi tutto è buono.
Così leggi e leggi .. mi son fatto stuzzicare da alcune goulotte nella zona della Rocca del Prete (Santo Stefano d'Aveto) .. ok! Si va!

Partenza ora 5.30.
Con calma arriviamo a Rezzoaglio dove è d'obbligo una sosta al Bar degli Amici!
Sono le 8.00
Di li belli sparati fino al parcheggio della Casermetta del Penna.
E le goulotte?
Beh, con una temperatura di 2,5 gradi sotto zero dove volete andare?
Meglio la neve!
Magari un pelo verticale Wink

Ci prepariamo. "cosa prendiamo?"
Allora .. due corpi morti, un paio di warthog, 4 chiodi .. le viti? .. Mah? Noooo .. le viti no!
Rinvii, moschettoni .. ok! Si parte!
La neve lungo il percorso di avvicinamento è marmorea!
Uno spettacolo!
Arrivati sotto la parete ... Zazza .. saliamo di li? Dal Roberto? Ok!
"Ma tu l'hai già fatto? Ti spiace?" ... ma assolutamente no! E poi .. basta variare un po' :laughing:

Attacco il primo tiro. Neve dura .. bello .. ecco che il canalino si stringe .. ghiaccio .. bello .. esco sulla spalla .. crosta, farina .. no bello Sad
Raggiungo la grotta .. ecco la mia sosta: Claudioooo .. molla tutto!

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


l'Aveto è sempre un bel posto!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


che ci aspetta dopo? brrrr ...
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


recupero Claudio....
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Oggi, Claudio, non è al TOP. Mi dice che preferisce fare il secondo. Ok!
Parto con delicatezza e affronto questo, sembra, infido traverso!
I primi 5 mt saranno delicatissimi. Neve inconsistente e niente ghiaccio. Riesco a mettere solo una fettuccia attorno ad uno spuntone (di dubbia tenuta) e un friend. Azz ... max controllo .. se cappello fiondo giù!
Ma son sereno. Ho la mente libera. Sono in "bolla" come dicono ... pulisco gli appoggi .. posiziono bene le punte del rampone ... non devo spostarlo più! Ok! Con una mano prendo un appiglio .. sembra buono .. con l'altra mano pianto la picca. Niente! Farina!!!
Aspetta ... trovo un buco nella roccia .. aggancio ... devo però tirare solo verso il basso ... faccio il passo .. esco .. ma non sono ancora sul buono. Respiro profondamente. Ragiono .... piede li .. mano? Ok! Seconda picca ... pianto .. mi tiro ... ecco .. sono sulla cengia. La neve accumulata fa schifo! Poco male. Pulisco un po'. Anzi .. no .. forse è meglio andar via .. via ma nella maniera più leggera possibile.
Metto un friend .. che a me non serve .. servirà a limitare un eventuale volo del secondo.
Salire da primo di cordata è un po' così. Devi essere lucido a tal punto da risolvere il passaggio .. pensare a proteggerti il meglio possibile e pensare anche a chi ti segue.
Ora che sono sul pendio .. come un razzo mi dirigo alla sosta.
Recupero Claudio che sale benissimo.
Il terzo tiro è sempre stato facile .. oggi nulla è facile!
C'è un accumulo di deve che rende il traverso praticamente verticale!
Con paziente lavoro di fino raggiungo una goulotte .. mah? Da qui non ero mai passato .. forse sono troppo basso .. o forse troppo alto .. vabbè, oramai son qui. Quindi!
Pianto un warthog. Uno di quelli fatti dall'amico Luigi.
Ora che il passo è protetto bene .. parto. Apperò .. non è mica così banale!
Picche messe in linea. Io messo a triangolo.
Pianto bene le punte dei ramponi e opplà! Son fuori .. ora la pendenza è decente, siamo sui 55°. Altri 25 mt di pendio ma di neve crostosa .... gran lavoro .. e sono in sosta.
Ora siamo al centro della parete.
I prox due tiri sono su canalino/goulotte. Sono belli ed estetici.
Salgo velocemente. Dopo una decina di mt faccio passare un cordino attorno ad un alberello.
Dopo una ventina di mt che ti incontro?
Un salto verticale di ghiaccio.
Mi guardo attorno. Ecco. Una bella fessura da friend.
E via. Tre colpi e son fuori.
Raggiungo così la sosta che è posta proprio dentro la goulotte. Che scomoda!!!!
Recupero Claudio.
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


il tiro dopo?
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


buono Wink

Riparto rapido, deciso, ma attento!
A metà tiro incontro un bel tratto verticale. Erba ghiacciata!
Ok, ok .. è l'ora del mio Warthog (quello originale acq. in Scozzia!!!).
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Il tratto è bello ripido e visto che sotto l'ultimo chiodo manco si vede più forse questo .. "schifo non fa" Laughing

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Ora alla mia serenità interiore ho aggiunto quella giusta dose di fiducia. Riparto.
Raggiunto la fine del tiro dovrò scavare per mezz'ora per cercare il masso della sosta. Azz ... e i chiodi?
Vabbè metterò i miei Wink

Ora che sono in sosta recupero Claudio e mi preparo mentalmente. Il prox tiro è il più duro.
Rinforzata la sosta parto.
Il primo tratto è durissimo.
Ripianto il Warthog. Passo rinvio e corda ... mi concentro .. ho ancora male gli avambracci da giovedì sera .. ma non ci devo pensare! Studio bene. Piede li .. picche la .. poi parto. Non bisogna pensare troppo. Sono 4 movimenti ... 4 molto duri .. passo.
Al centro del camino c'è un alberello. Cordino e rinvio la corda.
Ora mi prendo qualche istante di pausa e faccio qualche foto.
Beh, è bello dritto anche qui:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Segue una parte molto più facile. Fino a quando il camino, nella parte finale, si stringe.
Non ci passo.
Che fare? Metto un chiodo. Appeno lo zaino al chiodo e proseguo senza.
Il lato sx del camino è tutto coperto di ghiaccio. Quindi schiena su quello destro e piedi sulla sx.
Una picca sul ghiaccio mentre con l'altra riesco ad arrangiare un masso incastrato. Piano piano esco.
Fuori neve farina che renderà l'uscita molto adrenalinica.

Sosta su 4 piante!
Ecco Claudio che esce.
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Da qui sono 2 tiri su pendio facile .. ma reso molto insidioso dalla crosta e dalla farina.

In vetta panorama a 360°
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
“Quello che conta non è tanto arrampicare in fretta, ma per tanto tempo” (Georges Livanos)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Adv



MessaggioInviato: Lun Feb 08, 2010 4:37 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Kamminator4K







Età: 42
Registrato: 02/11/06 12:16
Messaggi: 1151
Kamminator4K is offline 

Località: dove non vi sono monti... purtroppo :(
Interessi: Informatica&Montagna
Impiego: Informatico


MessaggioInviato: Mar Feb 09, 2010 1:48 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Porca miseria Shocked ...
Bravissimo Fed Applauso Wink , dico sul serio!
Ho visto le relazioni della via in giro: 60° eV+ non son pochi... Wink

per curiosità...le soste erano già chiodate o hai praticamento messo tutto tu?

_________________
Se lanci una lamiera nell'aria questa ricadrà per terra, eppure le ali degli aerei sono fatte di metallo. Allo stesso modo, non sono i materiali a fare gli alpinisti ma le conoscenze che si applicano ai materiali stessi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Fed7








Registrato: 06/03/09 10:41
Messaggi: 206
Fed7 is offline 

Località: Quargnento (AL)
Interessi: Alpinismo, Linux
Impiego: SysAdmin, Consulente IT
Sito web: http://fed7.altervista...

MessaggioInviato: Mar Feb 09, 2010 2:35 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Kamminator4K ha scritto:
Porca miseria Shocked ...
Bravissimo Fed Applauso Wink , dico sul serio!
Ho visto le relazioni della via in giro: 60° eV+ non son pochi... Wink


ci sono 3 punti (in 3 tiri diversi) dove (per pochi metri per carità) ma siamo sugli 80°

Il V+ è evitabile. Ma c'è del bel IV/IV+

Nel complesso e nel suo genere non è una via difficile. Siamo sul D+.

L'orientamento e la chiodatura sono la parte complicata!

Kamminator4K ha scritto:

per curiosità...le soste erano già chiodate o hai praticamento messo tutto tu?


Allora. La prima sosta c'è perchè la avevo fatta io l'anno scorso quando ci ho portato la fidanzata ... siamo poi scesi di li xchè non siamo andati oltre il primo tiro ... effettivamente era un po' dura per lei.

La seconda è su un albero molto robusto. La terza pure.
La quarta è su chiodo e spit.
La quinta c'è! È su due spit. A trovarla. Io ho scavato mezz'ora poi mi son stufato e ho piantato un chiodo.
La sesta è su arbusti ... se ne prendi almeno 3 è buona ... fai una sorta di prinot.
La settima è da inventare. A spalla ... corpo morto .. entrambi ... io di solito scavo un po' e mi pianto dentro come un nut .. poi recupero a spalla.
L'ottava e sugli ancoraggi della via ferrata.
La nona è in vetta.

_________________
“Quello che conta non è tanto arrampicare in fretta, ma per tanto tempo” (Georges Livanos)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
DA66







Età: 53
Registrato: 10/09/07 11:38
Messaggi: 988
DA66 is offline 






MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 11:15 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao Fed, scontati i complimenti per le tue imprese. Continua a mandarci foto come queste, fanno solo del bene.
Io non ho ne le capacità e soprattutto la testa per fare certe cose, per cui non so neppure valutare il grado di difficoltà. Da profano direi che sono cose molto difficili in quanto le immagini che talvolta posti sono veramente d'effetto. Della serie, se io mi trovassi li mi cagherei sotto. Allora ti faccio una domanda visto che a me interessa molto l'aspetto psicologico che muove le persone. Quando sei in quelle situazioni ove non tutto è scontato visto che racconti di soste da trovare, problemi di orientamento, ecc, cosa provi? Sei tranquillo? Hai una fiducia illimitata nei tuoi mezzi? Usi tecniche di rilassamento?
Sono vermanete curioso di questi aspetti, ti ringrazio se vorrai rispondermi.
Ciao
davide
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Fed7








Registrato: 06/03/09 10:41
Messaggi: 206
Fed7 is offline 

Località: Quargnento (AL)
Interessi: Alpinismo, Linux
Impiego: SysAdmin, Consulente IT
Sito web: http://fed7.altervista...

MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 12:02 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

DA66 ha scritto:
cosa provi? Sei tranquillo? Hai una fiducia illimitata nei tuoi mezzi? Usi tecniche di rilassamento?
Sono vermanete curioso di questi aspetti, ti ringrazio se vorrai rispondermi.


ciao,
cosa provo? Beh, niente e tutto. In sintesi sono felice. Sono molto tranquillo. Tranquillo xchè conosco bene l'ambiente, xchè conosco i miei limiti, xchè in soldoni, "conosco me stesso".

Eh, detta così sembra una cosa o troppo seria o troppo banale. Ma il succo del discorso è proprio questo.

Avere la piena coscienza di se! Questo ti porta ad avere anche un pieno controllo delle tue emozioni.

Uso tecniche particolari? Assolutamente no ... almeno non in maniera voluta/conscia. Certo mi rendo conto che non è per tutti/da tutti. Per me è facile mi viene naturale + che stare in città. Anzi qui vado in paranoia. Sto bene in mezzo alla mia campagna ... nell'isolamento.

Così è in parete. Dove la mente è totalmente libera e il mio io è sereno.

Certo sono concentrato al massimo. Ma gli anni di esperienza e l'attività svolta mi permettono di affrontare il tutto con una certa sicurezza.

Sei curioso? Beh, anch'io sono sempre stato affascinato dall'aspetto mentale che la "disciplina" alpinismo comporta.
Io vedo l'alpinismo molto più vicino ad una disciplina orientale che ad una sportiva.

La componente mentale, il "conosci te stesso" è a mio avviso, fondamentale.

Filosofia?
Forse si Wink

_________________
“Quello che conta non è tanto arrampicare in fretta, ma per tanto tempo” (Georges Livanos)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Fed7








Registrato: 06/03/09 10:41
Messaggi: 206
Fed7 is offline 

Località: Quargnento (AL)
Interessi: Alpinismo, Linux
Impiego: SysAdmin, Consulente IT
Sito web: http://fed7.altervista...

MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 12:19 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Le foto di Zazza!!

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
“Quello che conta non è tanto arrampicare in fretta, ma per tanto tempo” (Georges Livanos)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
jaelle







Età: 44
Registrato: 19/09/07 12:03
Messaggi: 729
jaelle is offline 

Località: Candelo




MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 1:04 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Fed7 ha scritto:


Sei curioso? Beh, anch'io sono sempre stato affascinato dall'aspetto mentale che la "disciplina" alpinismo comporta.
Io vedo l'alpinismo molto più vicino ad una disciplina orientale che ad una sportiva.

La componente mentale, il "conosci te stesso" è a mio avviso, fondamentale.

Filosofia?
Forse si Wink



si, la testa conta e molto!
me ne sono accorta lo scorso anno.... sulla mia pellaccia! Rolling Eyes
la testa che non c'è per i più svariati motivi, fa vacillare la tua sicurezza, anche se una cosa l'hai fatta mille volte, ti pare di non saperla fare...vivi uno stato di paranoia terribile! ti senti inetto.... e tutto perchè la testa è a spasso.... è proprio vero... un istruttore mi diceva che il fisico regge a volte anche il proprio limite, quando diciamo "non cela faccio più" c'è ancora forza, basta che la determinazione e la testa ci siano... vero! eccome!!!!

bravo Fed! Wink
confesso che sei una delle poche persone, che, seppur non conosco di persona ancora, mi ispirano fiducia e con la quale mi legherei senza problemi.... e vuol dire tanto! Wink

_________________
***********************************


***********************************
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Kamminator4K







Età: 42
Registrato: 02/11/06 12:16
Messaggi: 1151
Kamminator4K is offline 

Località: dove non vi sono monti... purtroppo :(
Interessi: Informatica&Montagna
Impiego: Informatico


MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 1:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie per le info Fed Wink

Concordo con voi sull'aspetto mentale.

Ad esser sincero, c'è una tecnica (chiamiamola così Rolling Eyes ) che io utilizzo nei momenti di alta-tensione: fermarmi un momento a contemplare la natura. Ricordo di averla letta da qualche parte...

In pratica cerco di fermarmi in un punto in cui sono molto stabile (sperando che ce ne sia la possibilità Hehe ). Poi comincio a pensare tra me e me "son stabile? tutto ok? posso stare in questa posizione per tot minuti? ...bene allora mi guardo un po' in giro e cerco un qualcosache mi calmi. chessò...la vallata, i colori autunnali, il silenzio... penso magari a come si viveva un tempo, insomma, un qualcosa che mi faccia staccare un attimo la spina. Poi quando mi sento un po' più tranquillo riparto...

Non so... magari ho detto una banalità più che ovvia Embarassed ... però su di me funziona Wink

_________________
Se lanci una lamiera nell'aria questa ricadrà per terra, eppure le ali degli aerei sono fatte di metallo. Allo stesso modo, non sono i materiali a fare gli alpinisti ma le conoscenze che si applicano ai materiali stessi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
DA66







Età: 53
Registrato: 10/09/07 11:38
Messaggi: 988
DA66 is offline 






MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 2:46 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Fed7 ha scritto:

ciao,
cosa provo? Beh, niente e tutto. In sintesi sono felice. Sono molto tranquillo. Tranquillo xchè conosco bene l'ambiente, xchè conosco i miei limiti, xchè in soldoni, "conosco me stesso".

Eh, detta così sembra una cosa o troppo seria o troppo banale. Ma il succo del discorso è proprio questo.

Avere la piena coscienza di se! Questo ti porta ad avere anche un pieno controllo delle tue emozioni.

Uso tecniche particolari? Assolutamente no ... almeno non in maniera voluta/conscia. Certo mi rendo conto che non è per tutti/da tutti. Per me è facile mi viene naturale + che stare in città. Anzi qui vado in paranoia. Sto bene in mezzo alla mia campagna ... nell'isolamento.

Così è in parete. Dove la mente è totalmente libera e il mio io è sereno.

Certo sono concentrato al massimo. Ma gli anni di esperienza e l'attività svolta mi permettono di affrontare il tutto con una certa sicurezza.

Sei curioso? Beh, anch'io sono sempre stato affascinato dall'aspetto mentale che la "disciplina" alpinismo comporta.
Io vedo l'alpinismo molto più vicino ad una disciplina orientale che ad una sportiva.

La componente mentale, il "conosci te stesso" è a mio avviso, fondamentale.

Filosofia?
Forse si Wink


Interessante, molto interessante. Il concetto della piena coscienza e, conseguentemente, conoscenza di se mi affascina. Penso che sia ciò che ti permette di sfiorare i tuoi limiti. Dev'essere veramente appagante avere il pieno controllo delle proprie emozioni, saper mentalmente scartare ciò che è inutile e magari dannoso in quel frangente per concentrarsi sull'azione, sulla razionalità del gesto e vivere quindi appieno il momento gustandolo fino in fondo. C'é tutto un discorso dietro fatto di attitudini personali coltivate da una crescita non solo tecnica e atletica ma anche mentale.
Si, penso anch'io che ci sia della filosofia in tutto ciò, ma in fondo il limite fra filosofia e psicologia è sempre stato molto labile.
Grazie per la risposta.
ciao Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Fed7








Registrato: 06/03/09 10:41
Messaggi: 206
Fed7 is offline 

Località: Quargnento (AL)
Interessi: Alpinismo, Linux
Impiego: SysAdmin, Consulente IT
Sito web: http://fed7.altervista...

MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 3:39 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

DA66 ha scritto:
Fed7 ha scritto:

ciao,
cosa provo? Beh, niente e tutto. In sintesi sono felice. Sono molto tranquillo. Tranquillo xchè conosco bene l'ambiente, xchè conosco i miei limiti, xchè in soldoni, "conosco me stesso".

Eh, detta così sembra una cosa o troppo seria o troppo banale. Ma il succo del discorso è proprio questo.

Avere la piena coscienza di se! Questo ti porta ad avere anche un pieno controllo delle tue emozioni.

Uso tecniche particolari? Assolutamente no ... almeno non in maniera voluta/conscia. Certo mi rendo conto che non è per tutti/da tutti. Per me è facile mi viene naturale + che stare in città. Anzi qui vado in paranoia. Sto bene in mezzo alla mia campagna ... nell'isolamento.

Così è in parete. Dove la mente è totalmente libera e il mio io è sereno.

Certo sono concentrato al massimo. Ma gli anni di esperienza e l'attività svolta mi permettono di affrontare il tutto con una certa sicurezza.

Sei curioso? Beh, anch'io sono sempre stato affascinato dall'aspetto mentale che la "disciplina" alpinismo comporta.
Io vedo l'alpinismo molto più vicino ad una disciplina orientale che ad una sportiva.

La componente mentale, il "conosci te stesso" è a mio avviso, fondamentale.

Filosofia?
Forse si Wink


Interessante, molto interessante. Il concetto della piena coscienza e, conseguentemente, conoscenza di se mi affascina. Penso che sia ciò che ti permette di sfiorare i tuoi limiti. Dev'essere veramente appagante avere il pieno controllo delle proprie emozioni, saper mentalmente scartare ciò che è inutile e magari dannoso in quel frangente per concentrarsi sull'azione, sulla razionalità del gesto e vivere quindi appieno il momento gustandolo fino in fondo. C'é tutto un discorso dietro fatto di attitudini personali coltivate da una crescita non solo tecnica e atletica ma anche mentale.
Si, penso anch'io che ci sia della filosofia in tutto ciò, ma in fondo il limite fra filosofia e psicologia è sempre stato molto labile.
Grazie per la risposta.
ciao Wink


di nulla .. vorrei solo puntualizzare una cosa relativa ad una tua affermazione .... io sono sempre abbondantemente sotto il mio limite. In montagna devi (secondo me) tenere un buon grado di margine per le evenienze/emergenze/imprevisti Wink

_________________
“Quello che conta non è tanto arrampicare in fretta, ma per tanto tempo” (Georges Livanos)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Montagna in generale o fuori da Ayas? Qui! Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





Around Ayas topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008