Indice del forum

Around Ayas

La Valle d'Ayas: trekking, sport, ambiente e natura

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Ci giochiamo le Cime Bianche?
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Discussioni generali sulla Val d'Ayas
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
lagoblù







Età: 70
Registrato: 02/12/06 14:31
Messaggi: 23
lagoblù is offline 

Località: Vercelli
Interessi: arte montagne
Impiego: commerciante


MessaggioInviato: Mar Lug 15, 2008 6:39 pm    Oggetto:  Ci giochiamo le Cime Bianche?
Descrizione:
Rispondi citando

Dove la Val d'AYas si chiude sopra St.-Jacques contro il salto di quota che porta a Fiery e i torrenti di Verra e Cortot si uniscono a formare l'Evançon inizia il Vallone delle Cime Bianche, il più bello e il più selvaggio di tutta Ayas.
L'unica sterrata si ferma in basso [...], solo il sentiero del TMR, che attraversa la fiabesca Valletta di Tzère, lo risale fino al culmine, ai Colli Superiore e Inferiori delle Cime Bianche, già devastati dagli impianti che salgono dalla Valtournenche.
Il tratto intermedio è un sogno. Vasti altipiani solcati da torrenti e arricchiti da zone umide fiorite di eriofori si alternano a tratti in salita dopo i quali si aprono nuovi panorami sorprendenti, mentre a destra i ghiacciai sospesi di Tzère, di Rollin e di Ventina danno vita a cascate e a sinistra la parete rocciosa sotto le cime del Grand Tournalin e del Roisettaz forma un aspro canyon fiorito in estate di cespi strepitosi di stelle alpine. Sul fondo si alzano appuntite le dolomitiche Cime Bianche.
A metà circa del percorso la diroccata Alpe Mase era un tempo luogo di lavorazione delle soprastanti cave di pietra ollare. Dal Piano di Rollin, dove si superano le zone umide camminando su incredibili serpentiniti azzurre spaccate in superfici rossastre, si raggiunge la quota delle cave, già sfruttate in età romana, con numerosi segni di estrazione, mentre rocce di tutte le qualità e i colori (tesoro per i geologi) formano scivoli lisciati dalle acque glaciali. Più in alto grandi laghi (Lac Pers, Gran Lago, Lago di Rollin, Lago di Tzère) con le rive rocciose macchiate dai cuscini rosa dei semprevivi, riflettono lo splendore dei ghiacci. È bello, seduti sull'erba di un dosso, immaginare le carovane di muli carichi di merci pregiate che nel Medioevo percorrevano il Vallone in direzione del Teodulo o della Valle di Gressoney e del milanese.
Un paradiso? Andateci subito perchè un dissennato progetto prevede impianti di risalita e piste da discesa con tutto quello che comportano di sbancamenti, strade di servizio, punti di ristoro e bacini per l'innevamento artificiale per uno sport destinato, vedi l'innalzamento delle temperature, a togliere tanto in beni naturali e a dare poco in resa economica, mentre i sentieri del vicino Parco del M. Avic si riempiono di escursionisti rispettosi e amanti dell'ambiente. Un progetto che non piace a nessuno ma che nessuno ostacola perchè porterà enormi guadagni ai suoi realizzatori. Un progetto analogo alla devastazione delle nostre coste con la costruzione di villaggi turistici e lussuose villette private, cosa che peraltro si è recentemente vista anche ad Ayas. Si vuole uniformarsi all'esempio di Cervinia dove le sconsiderate trasformazioni degli anni '60 disgustano da decenni l'escursionismo estivo? E l'ipotizzato Parco del Monte Rosa, che fine ha fatto? O si vuole che esso non possa poi inglobare perchè ormai devastato proprio il vallone che sarebbe la sua perla più preziosa?
Si parla ad Ayas di una raccolta firme: partecipiamo in massa.

LagoBlù
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Mar Lug 15, 2008 6:39 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
ms




Escursionisti



Registrato: 16/12/06 12:46
Messaggi: 1129
ms is offline 




Sito web: http://www.msmountain.it

MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2008 7:47 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

L'effetto serra farà giustizia (aimhè) di tutte le piste da sci, ma i gudagni non sono tanto per chi ci lavorerà o li gestirà, ma per chi le avrà realizzate, con buona pace di escursionisti, villegiani (che sperano chissà cosa) ed animali compresi. Cattedrali nel deserto (v. strada di Chasten) . Fra qualche secolo i nostri discendenti vedranno rovine e diranno "qua un tempo vi erano città e villaggi, strade percorse da carovane" ed invece erano solo 4 vacche (il riferimento è a certe frasi di Gandalf nel "Signore degli anelli"). Oppure diranno solamente " e a chi tocca (se gli riesce) sistemare il tutto ?". Certo che vista la natura dei luoghi, trasformare a sopo sciistico il vallone delle Cime Bianche non è mica facile, ma se in cina demoliscono le montagne per fare passare una autostrada (accaduto tempo fa) non vedo come non potrebbero anche demolire il cervino per un collegamento più rapido con Zermatt. In fondo rompe solo le scatole, li a sbarrare la valle Twisted Evil
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
DA66







Età: 53
Registrato: 10/09/07 11:38
Messaggi: 988
DA66 is offline 






MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2008 9:21 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Io penso che non dovremmo scandalizzarci solo per le Cime Bianche ma per tutto lo scempio a cui assistiamo giorno dopo giorno. Cerchiamo di vedere le cose da una prospettiva più ampia. In fondo noi siamo dei cittadini che vivono in zone fortemente antropizzate e purtroppo più o meno degradate ed andiamo nei fine settimana a ''respirare'' la natura nelle nostre valli: noi in quella d'Ayas, qualcun altro in qualche altra. Ed ecco che giustamente a fronte di un assurdo ( dal nostro punto di vista ) progetto che andrebbe ad intaccare il nostro Paradiso ci stracciamo le vesti. Onestamente, e scusate la rassegnazione, non mi stupisco e non mi scandalizzo più di niente. Ho la fortuna di vivere in provincia di Varese in una terra ricca di laghi e di verde, eppure in questi ultimi anni ho visto cose anche ben più gravi delle funivie di cui parlate. Ettari ed ettari di verde sacrificati inutilmente alla speculazione edilizia, interventi abominevoli al di fuori di qualunque logica urbanistica, case semplicemente brutte, per usare il termine più comprensibile a tutti, vendute a prezzi esorbitanti da impresari e geometri incapaci di fare bene il loro lavoro eppure arricchitisi sull'onda del boom edilizio. Ho in mente alcuni personaggi ignobili del mio paese che dal niente si sono arricchiti rovinando il territorio grazie a compiacenti appoggi politico/amministrativi. Professionisti ( ma è indegno usare per certi miseri personaggi questo termine ) che hanno progettato alveari in fotocopia al PC senza forma ne estro rovinando zone verdi e pregiate del nostro territorio. Amministratori comunali compiacenti pronti a sacrificare il territorio e quindi il benessere dei loro cittadini pur di matenere la poltrona. E nessuno si scandalizza per questo come noi facciamo per la valle d'Ayas, perché in pianura tutto è concesso, direi di più, scontato. Tanto poi si vive tutta la settimana col miraggio del week end nell'incontaminata Val d'Ayas. Peccato che noi passiamo la maggior parte della vita in questi luoghi e non in val d'Ayas, e allora perché nessuno dice niente?. Io da amministratore comunale ( fra l'altro eletto nelle liste di maggiornaza quindi in teoria da una posizione da cui si dovrebbe poter intervenire) ho provato a fare qualcosa ricevendone solo umiliazioni e frustrazioni e passando per questo i peggiori giorni della mia vita, crenadomi inimicizie e ricevendo insulti. E' amaro da dire ma l'unico vero potere nella nostra società, l'unico vero ''dio'' è il denaro e per quello si passa sopra tutto e tutti. Dovremmo indignarci perché personaggi miseri ed indegni che popolano il nostro quotidiano ci rovinano la qualità della vita ogni giorno e non parlo dei grandi politici, ma di coloro che ogni giorno incontriamo per strada e che per un motivo o per l'altro hanno quel poco di potere sufficiente a rovinare un po' del nostro territorio con inteventi mirati a far guadagnare loro soldi e rendere invivibile il nostro habitat. Gente in giro con la valigetta il borsello e la sigaretta in bocca ( e che invitabilmente buttano il mozzicone per strada, che rabbia! ) che porterei qualche volta sui nostri sentieri a sputare sangue per dirgli: lo vedi, un tempo anche dove abitiamo noi era così e oggi grazie ai vermi come te stiamo rendendo tutto invivibile. Dovremmo avere la forza di spazzare via questa gente, ma purtroppo loro sono sempre di più, sono più forti caratterialmente ed economicamente e sapete perché: perché non hanno sentimenti se non quello per il loro conto in banca. Se ne fragano di noi, se ne fregano dell'ambiente e dei nostri sentimenti. E se noi non possiamo più passeggiare sui sentieri delle Cime Bianche a loro non glie ne importa nulla perché noi parliamo di sensazioni e sentimenti e con queste cose il conto in banca non si muove e allora a loro non interessa. Noi siamo ricchi di una merce a loro sconosciuta ma che purtroppo non è contabilizzabile e questa è la nostra condanna. Scusate l'amarezza ma penso ormai di avere perso ogni speranza.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
m.marco78







Età: 41
Registrato: 11/12/06 10:05
Messaggi: 2053
m.marco78 is offline 

Località: Nord - Ovest

Impiego: Informatico


MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2008 10:16 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ragazzi, naturalmente non sono daccordo sul continuo speculo da parte delle comunità montane e dei comuni montani ma io mi metto per un attimo nei panni di chi vive in val d'ayas.
Parliamo chiaro li c'e' poco lavoro non ci sono le possibilità che si trovano in una grande città.......è per questo che cercano di attirare il turista con molti impianti da sci è lo sport che tira di più in montagna e che costa di più.
Un pò li capisco....

voi che ne pensate?

_________________
Work less, climb more.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Kamminator4K







Età: 42
Registrato: 02/11/06 12:16
Messaggi: 1151
Kamminator4K is offline 

Località: dove non vi sono monti... purtroppo :(
Interessi: Informatica&Montagna
Impiego: Informatico


MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2008 10:39 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non posso far altro che quotare DA66 Mi inchino mio Maestro!


Aggiungo solo un proverbio:
Abbiamo la Terra non in eredità dai genitori, ma in affitto dai figli.

_________________
Se lanci una lamiera nell'aria questa ricadrà per terra, eppure le ali degli aerei sono fatte di metallo. Allo stesso modo, non sono i materiali a fare gli alpinisti ma le conoscenze che si applicano ai materiali stessi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
jaelle







Età: 44
Registrato: 19/09/07 12:03
Messaggi: 729
jaelle is offline 

Località: Candelo




MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2008 12:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

...tutti i torti non li ha da66, ma neppure m.marco78... bisogna cercare di vedere tutti i punti di vista... già che i valdostani in quanto ad accoglienza non è che siano dei fenomeni... se si va in trentino, i turisti, spiace dirlo, sono trattati moooolto meglio.... qui in certi posti in vda, pare gli si faccia un dispetto se si va da loro... e già questo.... purtroppo bisognerebbe fargli cambiare un po' ottica sul turismo... non credo sia una pista da sci in più che risolva le sorti della val d'ayas...così come le altre opere che avete fotografato...quel parcheggio/piana di gg fa.... sarebbe da rilancare la valle con altri espedienti.... ma come? come attirare il turista medio abituato a tutte le comodità? non è banale come risposta.... la soluzione "pista alle cime bianche" forse appare ai locals buona... sarebbe interessante capire chi e perchè ha votato credo in sede comunale o regionale per tale soluzione e cosa pensa di ottenere... maggiore affluenza di turisti? più lavoro per i valligiani mentre si sbancala montagna e costruisce? visto che tutti bazzicate su per di lì, potreste provare a sentire gli abitanti cosa ne pensano.... non i turisti! quello conta relativamente....
_________________
***********************************


***********************************
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Codaz







Età: 38
Registrato: 25/08/07 13:08
Messaggi: 533
Codaz is offline 

Località: Reggio Emilia, Villa (Challand St. Victor)
Interessi: Basket, Val d'Ayas, Lettura, Storia, Fantascienza
Impiego: Impiegato


MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2008 12:35 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Arriverà forse un giorno in cui ad andare in montagna saranno solo le persone che hanno bisogno, una volta all'anno, di NON averle queste comodità e allora la montagna potrà rimanere se stessa ed essere apprezzata per quello che è senza che qualcuno debba intervenire a modificarla solo per renderla apprezzabile ai più.
Probabilmente il bello della montagna è proprio che di comodità ce ne sono poche, boh, forse è solo un'idea mia (magari sbagliata)...
Anche io penso che una pista di più o di meno non cambi molto, andrebbe cambiata la mentalità della gente, ma questo si sa è un po' difficile.

_________________
“Con lo scudo o sopra lo scudo”
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
DA66







Età: 53
Registrato: 10/09/07 11:38
Messaggi: 988
DA66 is offline 






MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2008 1:41 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Kamminator4K ha scritto:

Abbiamo la Terra non in eredità dai genitori, ma in affitto dai figli.


Grande Very Happy . Confermo quanto detto in un altro topic. L'aria del Bianco ti ha proprio fatto bene. Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Kamminator4K







Età: 42
Registrato: 02/11/06 12:16
Messaggi: 1151
Kamminator4K is offline 

Località: dove non vi sono monti... purtroppo :(
Interessi: Informatica&Montagna
Impiego: Informatico


MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2008 4:30 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

DA66 ha scritto:

...L'aria del Bianco ti ha proprio fatto bene. Wink


Si vocifera che l'alta quota diminuisca il numero di neuroni disponibili Fischiettando .....
...forse sono così perchè non mi sono ancora ripreso Spanzata

_________________
Se lanci una lamiera nell'aria questa ricadrà per terra, eppure le ali degli aerei sono fatte di metallo. Allo stesso modo, non sono i materiali a fare gli alpinisti ma le conoscenze che si applicano ai materiali stessi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
HighWalker

Site Admin


Escursionisti


Età: 43
Registrato: 01/11/06 21:11
Messaggi: 2047
HighWalker is offline 

Località: Vercelli - Champoluc
Interessi: Trekking, alpinismo, elettronica, computer, musica, modellismo, fotografia, video
Impiego: Commerciante
Sito web: http://www.ayastrekkin...

MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2008 6:48 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Beh come la penso io forse chi mi conosce lo intuisce...
... per gli altri, la mia personale opinione è che il solo pensare di devastare quella valle è una bestemmia. Non aumenterebbero gli sciatori (che tra prezzi degli ski-pass, delle autostrade, della benzina, qualità e quantità della neve e durata della stagione sciistica non possono che diminuire), si rovinerebbe irrimediabilmente per sempre l'ultima parte "sana" di Ayas e al limite qualcuno si farebbe la villa.
Perchè diciamoci una cosa... nessuno farebbe una cosa del genere per puro prestigio. Ci sono i due o tre che fanno soldoni con la costruzione (indipendentemente dall'effettivo utilizzo) e tutti gli altri zitti a prendersela proprio lì.
Non mi vengano a raccontare balle sull'effettiva utilità pubblica di molte opere realizzate in questi anni: a qualcuno faceva comodo, e basta. Intanto Mascognaz è ridotta a una fetecchia e il bosco sotto Resy è attraversato da una superstrada che porta a tre baite sperdute. Fate un po' voi...

HW

_________________
"Strade? Dove andiamo noi non c'è bisogno di strade!"
(e nemmeno di funivie)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
lagoblù







Età: 70
Registrato: 02/12/06 14:31
Messaggi: 23
lagoblù is offline 

Località: Vercelli
Interessi: arte montagne
Impiego: commerciante


MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2008 6:57 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Una pista in più o in meno non cambia molto nella valle, però proprio lì, dove ci sono beni naturali immensi, è un danno enorme. La facessero su di un versante già pieno di villette ecc., pazienza, ma il Vallone delle Cime Bianche è ancora in buona parte selvaggio, perchè rovinare anche quello? E poi capisco il discorso commerciale, sono nel commercio anch'io, ma chi l'ha detto che il trekking non rende? Provate, o voi che camminate, a fare il conto di quanto si spende in materiale, viveri, foto ecc. Non è una quisquillacchera. E chi trova un posto intatto come questo ci torna e magari affitta casa ad Ayas. Purchè almeno qualcosa, in questa valle a vocazione sciistica, sia preservato a chi ama la natura e non solo lo scivolo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Codaz







Età: 38
Registrato: 25/08/07 13:08
Messaggi: 533
Codaz is offline 

Località: Reggio Emilia, Villa (Challand St. Victor)
Interessi: Basket, Val d'Ayas, Lettura, Storia, Fantascienza
Impiego: Impiegato


MessaggioInviato: Gio Lug 17, 2008 7:06 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Verissimo quello che dici, il problema è che sono di più le persone che spendono parecchio per degli sci e degli scarponi rispetto a quelle che spendono per zaini, scarponi, corde, ecc...
Per cui, al momento, pare che per i valligiani l'attività più redditizia sia ancora quella dello sciare e finchè sarà così mi sa che ci dovremo sorbire questo tipo di cose.
Poi, scusa, non vorrai mica che di fianco alle villette con annesso x5 o q7 (o fate voi un suv a caso) passi una pista a deturpare il pratino alla inglese, eh? Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad Red face

_________________
“Con lo scudo o sopra lo scudo”
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Kamminator4K







Età: 42
Registrato: 02/11/06 12:16
Messaggi: 1151
Kamminator4K is offline 

Località: dove non vi sono monti... purtroppo :(
Interessi: Informatica&Montagna
Impiego: Informatico


MessaggioInviato: Gio Lug 17, 2008 12:08 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Lagoblù ha scritto:
ma chi l'ha detto che il trekking non rende? Provate, o voi che camminate, a fare il conto di quanto si spende in materiale, viveri, foto ecc.

Mah.. non per fare il 'signor No' della situazione, ma parlando a titolo personale e basandomi su quel che vedo per gli altri che conosco, posso onestamente dire che il grosso delle spese per l'escursionismo lo facciamo nelle nostre città: zaino,corda,scarponi,etc..alla fine li si compra nelle grandi catene commerciali o nei negozi delle nostre città se non addirittura su internet (ovvio..loro sulla quantità possono fare sconti maggiori e hanno meno spese di trasporto).
Non penso che queste spese vengano effettuate nei negozi delle rispettive valli (non che sia assolutamente vietato, ci mancherebbe, ma onestamente anche per noi il denaro è importante, ed i prezzi in loco -per quel che ho potuto vedere- sono superiori ai nostri negozi di 'pianura'; se poi fossero più economici in loco sarei il primo a comprar lì l'attrezzatura)

Diciamo che se una persona passa una settimana in albergo in valle è un discorso diverso, ma se invece parliamo di escursionisti che vanno su&giù in giornata cosa possiamo includere? eventuali parcheggi a pagamento ... oppure cibo da acquistare all'alimentari (per chi non se lo porta da casa), oppure un salto al bar per la colazione o alla sera prima di scendere...

Parlando per me, che ho la fortuna di abitare ad un ora e mezza dalla VdA, la mia 'torta' della spesa si ripartisce in questo modo:
- Petrolieri e Stato ( gasolio )
- Società autostrade (pedaggio )
- Meccanici della mia città (tagliandi auto)
- Grandi catene della mia città o di altre (scarponi,corda,acquisti materiali in generale)
- EVENTUALI alimentari o bar o rifugi della valle (quando capita)
- EVENTUALI impianti a fune (quando capita)
...altro ?

Poi è vero che chi viene da lontano e si ferma per più giorni in valle, porterà invece un più sostanzioso flusso di spesa...

ah. naturalmente è un mio parere personale e parlo per me e pensando a persone che vanno in valle per far escursionismo, non per fermarsi una giornata a passeggiare in paese.

_________________
Se lanci una lamiera nell'aria questa ricadrà per terra, eppure le ali degli aerei sono fatte di metallo. Allo stesso modo, non sono i materiali a fare gli alpinisti ma le conoscenze che si applicano ai materiali stessi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
lagoblù







Età: 70
Registrato: 02/12/06 14:31
Messaggi: 23
lagoblù is offline 

Località: Vercelli
Interessi: arte montagne
Impiego: commerciante


MessaggioInviato: Gio Lug 17, 2008 1:14 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ovvio che il materiale costi meno nei grandi centri di pianura. Personalmente l'unico centro della mia città, in estrema periferia, è sguarnito da fare pena, quindi mi è successo sovente di comprare a Champoluc. Mi è successo anche di dimenticare a casa oggetti importanti. Inoltre mentre in inverno mi si vede un paio di volte, quando la stagione sciistica finisce arrivo ben più volentieri, in estate mi fermo 3 settimane, quindi di soldini ne lascio, anche in libreria. E già che ci sono se il tempo non è buono vado al cinema, al ristorante ecc, anche a fare shopping, malauguratamente. Perchè non vado in inverno? Non amo la neve? Oh se la amo, però vado nel Parco dell'Avic o in altre valli con le racchette da neve, valli nelle quali il circo degli sciatori non c'è quasi. Avete provato a far fare fondo ad un discesista? Io si, è rimasto sconvolto e non ho più osato fargli passare un colle con le racchette. Allora più che uno sport, dico a livello non professionale, è una specie di Gardaland...che possono fare anche lontano dal Vallone delle Cime Bianche, per quel che gliene frega della natura. Twisted Evil
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Codaz







Età: 38
Registrato: 25/08/07 13:08
Messaggi: 533
Codaz is offline 

Località: Reggio Emilia, Villa (Challand St. Victor)
Interessi: Basket, Val d'Ayas, Lettura, Storia, Fantascienza
Impiego: Impiegato


MessaggioInviato: Gio Lug 17, 2008 2:13 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Io non sopporto troppe persone in uno stesso posto, figurati quindi lì dagli impianti d'inverno...
_________________
“Con lo scudo o sopra lo scudo”
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
lagoblù







Età: 70
Registrato: 02/12/06 14:31
Messaggi: 23
lagoblù is offline 

Località: Vercelli
Interessi: arte montagne
Impiego: commerciante


MessaggioInviato: Ven Lug 18, 2008 8:17 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Quello che volevo dire è che comunque chi ama lo sci è giusto che abbia impianti e piste ma che non si dovrebbe accontentare solo loro. Sarebbe più giusto pensare anche a chi ama il bianco silenzio con le racchette o un vallone lungo e verde da esplorare con gli scarponi. Trovo che diversificare l'offerta sia un punto a favore di una località come Champoluc e potrebbe attirare una fetta di frequentatori nuova. Mi viene in mente anche che per ora le ricchezze del Vallone delle Cime Bianche sono poco note, un po' di pubblicità rivolta a chi fa trekking rispettoso valorizzerebbe tutta la valle. Possibile che non ci arrivino? Inoltre ho idea che lo sci da discesa porti molto agli impianti ma non troppo a ristoranti e negozi. Da un po' di anni mi sembra comunque un gran mordi e fuggi, nel senso di: mordi il panino che ti sei portato da casa e fuggi a sera perchè gli alberghi costano.Penso che finora sia stato fatto poco per studiare il vallone dal punto di vista botanico, mineralogico e storico.Si è cominciato con la pietra ollare ma non è ancora matura neanche quella. Non è il caso di fare questi studi in un vallone quando ormai è stato guastato. Nopn sono esperta in queste cose ma la mia ferma impressione è che ci sia ancora molto da capire e da scoprire, non solo da godere visivamente. Quindi occhi aperti e andate a vedere la pagina sulla pietra ollare prima di tornare sul posto. Ovviamente senza l'intenzione di devastare i siti archeologici, anche se la tentazione è sempre forte. Che ne dite?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Il_Montanaro







Età: 44
Registrato: 12/01/07 22:56
Messaggi: 876
Il_Montanaro is offline 

Località: Abbiategrasso (MI)
Interessi: Montagna, Alpinismo, Musica,
Impiego: Impegato (purtroppo)
Sito web: http://www.lemiemontag...

MessaggioInviato: Ven Lug 18, 2008 8:56 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Io sono più propenso ad un rifugio in più in questo vallone che sicuramente porta più gente e soldi in valle durante il resto dell'anno.
Anche noi frequentatori abituali della montagna siamo mordi e fuggi, con il panino nello zaino. Ma comunque quando scendi in paese, o prima di partire, faccio sempre una colazione, o mi prendo una birra al ritorno. Questo lo fanno anche molti altri che frequentano la montagna tutto l'anno.
Io penso che puntare sull'ambiente naturale e sulla bellezza del luogo si attirano molte più persone interessate. Abbassare il prezzo dei pernotti e delle consumazioni, sono un ottimo incentivo. Se per pernottare (mezza pensione) invece di spendere 55 euro ne spendo 45 sono sicuramente più invogliato a fermarmi a dormire. Lo stesso vale per i rifugi, che aumentano di prezzo ogni anno.

_________________
Anche l'uomo, come il legno, se pensa al tramonto diventa migliore ... Mauro Corona

Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
HighWalker

Site Admin


Escursionisti


Età: 43
Registrato: 01/11/06 21:11
Messaggi: 2047
HighWalker is offline 

Località: Vercelli - Champoluc
Interessi: Trekking, alpinismo, elettronica, computer, musica, modellismo, fotografia, video
Impiego: Commerciante
Sito web: http://www.ayastrekkin...

MessaggioInviato: Ven Lug 18, 2008 9:34 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Quoto pienamente il Montanaro. Vero, come camminatori siamo mordi-e-fuggi, forse rendiamo poco ma costiamo anche poco alla regione in termini di gestione, e sicuramente - con un comportamento attento e responsabile - praticamente non abbiamo costi ambientali. Il che va a vantaggio dell'ambiente dove cresceranno i figli degli stessi che in questo momento per uno sciatore in più venderebbero al miglior offerente anche la propria nonna.
A proposito, qualcuno vuole la mia? Hehe

HW

_________________
"Strade? Dove andiamo noi non c'è bisogno di strade!"
(e nemmeno di funivie)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Codaz







Età: 38
Registrato: 25/08/07 13:08
Messaggi: 533
Codaz is offline 

Località: Reggio Emilia, Villa (Challand St. Victor)
Interessi: Basket, Val d'Ayas, Lettura, Storia, Fantascienza
Impiego: Impiegato


MessaggioInviato: Sab Lug 19, 2008 6:52 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il problema rimane sempre lo stesso a mio parere, ossia che in questo momento rende di più lo sci, ragion per cui hanno deciso di investire su quello, se le cose dovessero cambiare e i soldi si dovessero spostare altrove, allora investirebbero in qualcos'altro. Sono sempre i soldi che muovono tutto... Red face
_________________
“Con lo scudo o sopra lo scudo”
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
lagoblù







Età: 70
Registrato: 02/12/06 14:31
Messaggi: 23
lagoblù is offline 

Località: Vercelli
Interessi: arte montagne
Impiego: commerciante


MessaggioInviato: Sab Lug 19, 2008 7:35 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Più che ad un Rifugio io avevo pensato ad un bivacco a Mase, non di latta ma riadattando una delle vecchie baite, o anche due. Certo che un Rifugio salverebbe capra e cavoli, porterebbe molta gente e questo farebbe bene anche alle finanze locali. Ci sono rifugi in tutti i Parchi, anche più di uno. Teniamo conto inoltre che il Vallone, se secondo me ha troppe parti pianeggianti per la discesa, si presta molto per lo sci di fondo e un punto base sarebbe utilissimo. Ho visto gente in pieno inverno con gli sci al lago Miserin di Champorcher, che meraviglia, ho stramaledetto che i miei sci fossero a Champoluc in cantina.Anche per noi che non dovremmo scendere a valle ogni volta e tornare con un bel pezzo di camminata per esplorare un altro punto. In generale non sarei del tutto contraria ad un Rifugio, purchè fosse un Rifugio in zona protetta, senza sterrata di servizio che convoglia auto per il pranzo, vedi Tournalin e, a Cogne, Peradzà. Non sono contraria nemmeno che alcuni Rifugi siano raggiungibili così, ci sono disabili che hanno amato tutta la vita la montagna e trovo bello che possano ancora godersi dei bei posti, ma appunto Rifugi così ce ne sono già, lì vedrei bene un moderno bivacco con pannelli solari oppure anche un Rifugio sensato (non un albergo d'alta quota, ci capiamo).
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
lagoblù







Età: 70
Registrato: 02/12/06 14:31
Messaggi: 23
lagoblù is offline 

Località: Vercelli
Interessi: arte montagne
Impiego: commerciante


MessaggioInviato: Sab Lug 19, 2008 7:37 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

A proposito, HightWalker, ringrazia che tua nonna non sa usare il computer e comunque te la restituirebbero immediatamente, non è un usato sicuro.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Discussioni generali sulla Val d'Ayas Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





Around Ayas topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008